Archivi autore: Staff Comunicazione

Brindisi candidata ad ospitare laboratorio d’innovazione tecnologica delle Nazioni Unite

Brindisi candidata ad ospitare laboratorio d’innovazione tecnologica delle Nazioni Unite. Bozzetti (M5S): “Il ministro Pisano in città il 22 gennaio per presentare il progetto”

“Una notizia importante per la città: grazie al Ministero dell’Innovazione e al Ministero degli Affari Esteri, le Nazioni Unite hanno selezionato l’Italia per aprire due laboratori di innovazione Until. Brindisi e Torino sono le città italiane candidate. Il Ministro Paola Pisano sarà a Brindisi il 22 gennaio per presentare ufficialmente la candidatura della città pugliese. Un altro segnale concreto dell’interesse del M5S per la città dopo anni di abbandono da parte della vecchia politica”. Lo annuncia il consigliere del M5S Gianluca Bozzetti.

Until è un laboratorio di tecnologia innovativa progettato per supportare il percorso per revisionare, costruire, adottare e attuare soluzioni etiche e tecnologiche per superare le sfide che gli Stati membri stanno affrontando. Una start-up e una piattaforma per la risoluzione di problemi collaborativi tra risorse delle Nazioni Unite, settore privato, università e società civile. Attualmente esistono laboratori Until solo in Egitto, Finlandia, India e Malesia.

“Brindisi ha l’occasione di poter essere ancor più valorizzata e conosciuta in tutto il mondo. Un’opportunità unica, per cui c’è bisogno della massima sinergia tra tutti gli attori interessati. Ogni laboratorio si concentra su aree tematiche specifiche, scelte dal Paese ospitante evitando duplicazioni. Dopo la fase di candidatura – spiega il consigliere – parte la fase due con il workshop che dopo Torino si terrà anche a Brindisi alla presenza dei referenti Onu e soggetti pubblici e privati interessati, per definire le tematiche e gli obiettivi etici, tecnologici e di sviluppo sostenibile su cui focalizzarsi e per cominciare a riflettere sulle strutture disponibili e le possibili modalità di finanziamento. Al momento è emerso il vivo interesse già riscontrato dal Global Service Center delle Nazioni Unite di Brindisi ad organizzare il workshop e avviare contatti con il segretario Onu e le autorità locali. L’idea preliminare è che si concentri sulle tecnologie sostenibili in linea con la leadership assunta dalla Global Service Center Onu nel settore tecnologico ambientale. La terza fase prevede la realizzazione di uno studio di fattibilità da commissionare alla Nazioni Unite o società esterna da individuare. Brindisi ha l’occasione di essere leader dell’innovazione etica e tecnologica”.